AEON STUDIO ARCHITETTURA FIRENZE

Aeon Studio Firenze

Aeon Studio Firenze nasce dalla volontà del suo fondatore Stefano Rotesi dopo anni di crescita maturati in uno degli studi internazionali più importanti e riconosciuti in Italia nel campo dell’Interior Design.

Dopo studi di architettura e design, uniti alla sua formazione classica e alla passione per l’arte, la letteratura e la filosofia, collabora per anni con importanti studi di architettura, maturando un suo originale percorso ideativo e creativo materializzatosi poi nella fondazione e l’apertura di “Aeon Studio Firenze” nel 2012.

Aeon Studio è in continua crescita e dopo l’apertura a Firenze nel 2012, ha progressivamente investito nella realizzazione di nuove sedi nel mondo, come Seul in Korea nel 2013 e Jeddah in Arabia Saudita, con l’apertura prevista per fine 2016.

Questo aspetto, di dare allo studio un profilo internazionale, è la missione fondamentale e l’obiettivo primario che Aeon Studio Firenze si propone di perseguire per lasciare una traccia, un segno distintivo, una visione del mondo e un contributo alla rinascita del design italiano, che fino dagli anni 60 è riconosciuto ed apprezzato come riferimento in tutto il panorama mondiale.

LEGGI TUTTO

L’interpretazione e la visione del nostro tempo attuale è la chiave per capire chi saremo e cosa saremo nel futuro.

Scrive Stefano: “Noi tutti siamo consapevoli di avere un certa idea del bello, e quando parliamo e pensiamo a cosa ci piace, andiamo a ripescare a ritroso nella nostra memoria un immagine o più immagini che si legano ad un sentimento, questo sentimento, e la memoria di questo ricordo, ci permettono di tenere le radici affondate nel nostro passato e contribuiscono a formare la nostra identità personale. Ma come funziona l’identità di un individuo, nello stesso meccanismo, funziona l’identità di un popolo, ed è proprio nella memoria e nella sua storia che ogni popolo fonda la sua identità. Potremo affermare quindi, in ultima analisi, che l’idea di bellezza di ciascun individuo nasce e converge con l’idea di bellezza delle terra che lo ospita, del popolo di appartenenza. Ogni popolo ha la sua interpretazione di cosa è bello, e le culture dominanti hanno certamente influenzato e contaminato le culture più deboli e arretrate. Potremmo affermare inoltre, che ciò che è bello, o considerato tale da canoni culturali dell’occidente, potrebbe non esserlo altrettanto per la cultura orientale, e che quindi, per concludere, l’ideale di bellezza non esiste, ma è solo una volontà di affermazione di una cultura dominante e vincente sull’altra, dominata e soccombente.”

 Aeon Studio Firenze coglie perfettamente questa interpretazione e la sintetizza nella produzione dei propri lavori e progetti. Ispirandosi al mondo globale, guardando alle nuove micro e macro composizioni culturali che si vanno via via affermando, cercando di fornire una nuova chiave di interpretazione e la soluzione che possa legare e collegare le diverse culture presenti nei nuovi assetti globali; proprio affondando le proprie ispirazioni nel passato, ricercandone il culto, e riproponendone la novità nel tentativo di soddisfare nuove relazioni tra il passato ed ii futuro, l’oriente e l’occidente, cercando il riequilibrio del peso dei vari punti di vista culturali della bellezza, nel mondo dell’architettura e del design.

STEFANO ROTESI

Stefano Rotesi Aeon Studio

Da sempre sostenitore della funzionalità del design e da sempre alla ricerca dell’equilibrio delle forme e degli spazi, trae spesso, così come il suo grande riferimento Rem Koolhaas, grande ispirazione dai film e dai viaggi, nel tentativo di ricomporre nuove relazioni e nuove percorsi tra lo spazio esterno che ci contiene, perennemente in conflitto con il nostro mondo interiore e spirituale. Tentativo che sarebbe, a suo modo di vedere, l’unica possibilità di fuga, di superamento e di riequilibrio con la modernità, che domina e irrompe prepotentemente il nostro tempo.

CONTATTI

    Nome e Cognome (required)

    Email (required)

    Richiesta Informazioni

    PROGETTI

    Gran parte dei lavori di Aeon Studio Firenze, hanno un comune denominatore, il “minimal luxury”. Un ideale di bellezza e buon gusto, un lusso soft e raffinato, non opulento e opprimente, ma distaccato ed elegante, legato alla cultura e all’intelletto. Un lusso che non sia status, che non faccia rumore, ma che rappresenti l’equilibrio, lo yin e lo yang, il benessere, le bellezza che prima ancora di essere estetica , è etica. Cercando di privilegiare sempre materiali naturali ed a basso impatto ambientale, e guardando anche ai nuovi materiali che via via stanno emergendo dalla ricerca delle più importati aziende del settore dei complementi di arredo in tutto il mondo.

    Un altro aspetto a cui Aeon Studio Firenze sta puntando molto ed è in forte crescita è il product design. Questa esigenza nasce dalla volontà di introdurre nei vari progetti elementi stilistici originali ed esclusivi, unici. Ogni lavoro, racchiude sempre, o quasi, un tentativo di dare un segno distintivo, che solo in quel progetto ritroveremo, sia questo un corpo illuminante, una seduta, un tavolo o qualsiasi altro oggetto di design che diventerà un segno di riconoscimento e di unicità.

    Il Bixtrot

    Il Bixtrot Restaurant

    Mettere in equilibro un mondo che comprenda tracce di architettura industriale, legami con lo stile vintage e con quello Recycle  è stata la nostra sfida. Rappresentare la New York anni 70, quella analogica e ricca di fermenti culturali, un atmosfera tipica di un loft di Soho, una vecchia pasticceria industriale che riecheggia dalle scritte sulle pareti e che diventa un nuovo ristorante di tendenza.
    Archeologia industriale è la chiave di lettura. Che si declina nel pavimento in resina cementizia, nelle lampade perimetrali, con portalampada in ferro naturale, e ogni singola campana è diversa dall’altra; nel muretto in mattoni faccia vista e negli infissi in ferro grezzo. La boiserie è fatta con vecchie assi di legno incollate tra loro di diversi colori e gradi di invecchiamento. Le librerie centrali e perimetrali, altre 3 metri, in ferro naturale e noce americano, con inserti di metallo in contrasto con i ripiani in legno, esprimono la dialettica del vuoto e del pieno. I divanetti in pelle beige e arancio scuro formano un contrasto più elegante e formale in contrapposizione al ruvido mondo industrial che li contengono.

    Un tipico mood metropolitano, soprattutto newyorchese.

    The Show Fashion Store

    the show fashion store

    Prima proposta per la realizzazione di un nuovo concept per multibrand femminile cinese.

    In questo progetto viene sperimentata una diversa disposizione dello spazio rispetto alla tradizionale esposizione dei capi di abbigliamento.

    Un fulcro centrale con la cassa, lounge area e logo circondato dall’esposizione dei singoli brand suddivisa da quinte semitasprarenti.

    Un percorso circolare pemette al cliente di avere una visuale completa per
    ogni singola porzione di spazio adibita ad ogni brand.

    I materiali utilizzati sono: ottone satinato, rete metallica dorata, ceramica bianca e nera e legno laccato lucido celeste grigio.

    The Show Classic Store

    the show classic store

    Seconda proposta per la realizzazione di un nuovo concept per multibrand femminile cinese.

    L’esposizione del prodotto richiama quella museale, i capi sono appesi in enormi quadri composti da texture ceramica e cornici in gesso bianco.

    Lo spazio neutro e minimale crea un ambiente elegante e sobrio nel quale il singolo capo viene esaltato nel colore e nella forma.

    I quadri si differenziano per la diversa texture che compone la tela formata da piccoli elementi di ceramica uniti tra di loro a creare una geometria che richiama il mondo tessile.

    Magma Cosmetic

    Magma Cosmetic

    Concept per il brand coreano di alta cosmesi Magma.

    Il concept nasce dal disegno di una maglia geometrica ottenuta con l’inserimento di linee di acciao leggibile nella facciata, nelle pareti interne e nei tavoli espositivi all’interno del negozio.

    I materiali utilizzati sono il vetro extrachiaro, l’acciaio lucido, il legno bianco laccato.

    CONTATTI

      Nome e Cognome (required)

      Email (required)

      Richiesta Informazioni